Cervino
Prima solitaria dello “Spigolo dei Fiori”

Settembre 2007

Realizzai questa solitaria sempre con gli scarponi ai piedi e sempre slegato, portando con me due corde per scendere in doppia sulla via “Padre Pio prega per tutti”. Questo perché una volta salito lo Spigolo dei Fiori, nelle mie intenzioni, c’era l’idea di scalare nello stesso stile, in solitaria, anche la via aperta da Patrick Gabarrou e compagni. La stessa che avevo già ripetuto in inverno con Massimo Farina. E dunque, il modo più veloce per riportarmi alla base del Cervino e iniziare il mio concatenamento, sarebbe stato sicuramente la discesa in corda doppia. Purtroppo terminata la prima solitaria dello Spigolo dei Fiori, un sasso caduto a pochi centimetri mi fece perdere la concentrazione e forse anche il coraggio per affrontare una nuova salita in quello stile. I sassi che ti sfiorano non sono mai un buon auspicio, sono come un avvertimento. Per questo quel giorno decisi di fermarmi, a volte è meglio sapersi accontentare.