Pizzo Badile
Via nuova

Luglio 2003

Ci sono occasioni che si presentano per pura casualità, come nel 2003 quando a conclusione del corso guide alpine, con Massimo Farina, Ezio Marlier e Massimo Datrino, aprimmo una nuova via di roccia sulla parete sud del Pizzo Badile. Una linea che si snoda su un evidente pilastro a destra della Via Moltemi e che trova in un grande diedro di 60 m, le sue difficoltà maggiori. Affrontata sempre in due cordate distinte, la via è stata aperta nel rispetto dell’etica degli arrampicatori di quella zona ovvero senza l’utilizzo di spit, e per nostra fortuna, anche grazie alle difficoltà contenute, a vista. E sarà stato forse la mancanza dei pericoli oggettivi, la semplicità dell’avvicinamento o il piacere di un’arrampicata al sole a farmi ricordare questa salita come un’esperienza molto rilassante, una vacanza vissuta in montagna.