Riconoscimenti

Premio Sport e Civiltà Città di Parma 2015

Premio Sport e Civiltà città di Parma assegnato ad Hervé Barmasse come ambasciatore dello sport.Un riconoscimento che va oltre i successi ottenuti in montagna e che riguarda molto di più i valori che attraverso la propria attività, gli uomini dello sport, riescono a trasmettere alle future generazioni. Il premio è stato assegnato da una prestigiosa giuria presieduta da Vittorio Adorn.

Premio letterario Leggimontagne 2015

Ad Hervé Barmasse viene consegnato il premio  Leggimontagne 2015 per La Montagna Dentro edito da Laterza.

Best Adventure 2014

Il premio viene assegnato ad Hervé Barmasse in considerazione sia delle imprese da lui compiute sulle Alpi e all’estero, come il primo concatenamento delle creste del Cervino in solitaria e in invernale, sia del suo stile: Barmasse è un alpinista moderno, ma attento alle tradizioni, un uomo capace di diventare modello per le nuove generazioni anche per la sua cultura della montagna, lontana dalla difficoltà e dalla prestazione fine a se stessa.

Premio Luigi Leoni 2011

Istituito dal Cai di Parma per ricordare l’alpinista Luigi Leoni, il premio è stato assegnato a Hervé e a suo padre Marco «perché protagonisti di un alpinismo di ricerca, di esplorazione e di scoperta sulle montagne di tutto il mondo».

Premio Paolo Consiglio 2010

Istituito dal Cai, il premio viene riconosciuto ogni anno a una o più spedizioni extraeuropee che si distinguono per aver compiuto ascensioni in stile alpino di montagne sconosciute che presentano difficoltà elevate. La giuria ha riconosciuto nella salita di Venere Peak 6300 m, avvenuta nel mese di luglio 2010 durante la spedizione al G1 dal versante Cinese, «una salita moderna, in stile alpino, in un luogo selvaggio e ancora poco conosciuto; una salita che rispecchia gli ideali di un alpinismo d’élite contemporaneo ed extraeuropeo».

Premio Monzino 2010

Il premio, istituito per ricordare Guido Monzino, è stato assegnato alle guide di Valtournenche, Marco e Hervé Barmasse «che si sono distinte per la loro attività professionale ed esplorativa».

Premio SAT categoria alpinismo 2010

Ambita onorificenza annuale della Società degli Alpinisti Tridentini, Hervé è stato premiato per il modo in cui vive e promuove la montagna. Particolarmente lodevole, secondo la giuria, la nuova via aperta da Barmasse con il padre al centro della parete sud del Cervino, il Couloir Barmasse, «una straordinaria espressione dei valori più genuini e profondi che si esprimono nell’alpinismo, trasmessi in questo caso di generazione in generazione».

Premio Paolo Consiglio 2008

Il Premio viene assegnato per la «Prima ascensione in stile rapido e leggero a opera di Hervé Barmasse e Simone Moro che raggiungono l’inviolata cima del Beka Brakai Chhok 6970 m. Un esempio di alpinismo di ricerca in ambiente lontano dalle pareti iperfrequentate dell’Himalaya».

Premio Saint Vincent Grolla d’Oro 2007

Premio internazionale conferito dalla Regione Valle d’Aosta ai professionisti della montagna, viene assegnato a Hervé «per la prima salita in solitaria e prima ripetizione della via direttissima sulla parete sud del Cervino. L’impresa di Barmasse dell’aprile 2007 si distingue per la difficoltà della salita in solitaria in un ambiente estremamente aspro e insidioso».

Premio Paolo Consiglio 2006

L’ambito premio del Cai per «l’alpinismo esplorativo extraeuropeo ad alto contenuto tecnico e rispettoso dell’ambiente» è stato assegnato a Barmasse e compagni per la nuova via sulla parete nord del Cerro San Lorenzo in Patagonia.

Premio Paolo Consiglio 2005

Il premio è stato assegnato alla spedizione Up Project Trip One che, in Karakorum, sulle cime del Chogolisa Glacier, ha aperto nell’arco di due mesi, cinque nuove vie di ghiaccio e roccia e scalato due vette involate di 6000 metri.